Vanise Rezende - clique para ver seu perfil

TRATTI MEMORIALI

27 de agosto de 2016

È stato um pranzo di compleanno. Loro ricordavano quando hanno avuto i figli in maternità.

Lei, silenziosa, non ha raccontato che, all´arrivo della prima figlia, cii sono stati momenti esultanti, di grandi gioie!

E non ha detto che  la seconda l´ha incontrata matura e calma, celebrare
l´arrivo suo con il papà, che tanta l´ha amata.

E che la terza figlia è stata una nascita conquistata con forza, coraggio   e  tenacità,   perchè c´era il rischio di non venire...  Ma è arrivata! 

Oggi è la mamma del suo nipote di cinque anni.

Tre figlie che praticano lo scambio dell´affetto tra loro...
E che l´accompagnano nelle cure di una allegre vecchiaia.


Il suo silenzio, quella volta, era di contemplazione e di pienenezza!



-----------------------------------------------


Arrivava senza avvertire...
Portava due valigie e un gran sorriso aperto.
Quale gioia rivederla! Le bambine esultavano.
Mai le ho domandato come mai non ci avvertiva.
Conoscevo bene le scelte di vita che aveva fato.
Usciva poco di casa, quando c´era.

Seduta per terra, nella stanza, parlava sottovoce
Con dei giovani che venivano, e noi non gli conoscevamo. 
Ma si poteva immaginare da dove e perchè...

L´unico viso che ho riconosciuto più tarde, alla TV,
É stato quello del leader del MST, José Raínha, adesso con la barba.  


Quelli erano i tempi duri della brutale dittatura militare.







------------------------------------------


M´ha detto della necessità che aveva di restarvi.
Non sapeva nemmeno apparecchiare un tavolo.
Neppure preparare il letto lo sapeva.
Di cucina, solo faggioli con farina e cuscus...
Le sue cose ci stavano in un sacco da fare spese.
Ciò nonostante lei era decisa, e veniva per rimanere.

Aveva bisogno di lavorare perchè la mamma e la figliola – che ha avuto quando aveva quindici anni – dipendevano da lei.

Nella vita mi sono sempre sentita invitata
Ad accogliere chi volessi imparare. Lei è andata più in là. É entrata in una scuola pubblica.
Ha conquistato il titolo basico del magistero.
Ha imparato il piacere di leggere e di prendere cura di sè.


Ora lei conosce i suoi diritti e sa i suoi doveri.
Oggi sono io che non posso vivere senza di lei.


-------------------------------------------------------------

Crediti delle Immagini

1. Archivio esclusivo del blog "Espaço Poese";
2. Archivio esclusivo del blog "Espaço Poese";
3. Immagine di: www.canstockphoto.com.br

Posts + Lidos

Desenho de AlternativoBrasil e-studio