Vanise Rezende - clique para ver seu perfil

L´AMORE NELLA VECCHIAIA (*)

21 de abril de 2015

D´inizio ho pensato di scrivere su 
l´amore nella maturità. Ma subito ho capito che la maturità non ha una età, è un tempo di pienezza che espressa una fase adulta di esperienza, ricettività e sapere. Parleremo allora sull´amore nella vecchiaia, quasi sempre a ripprendere esperienze di amori avuti da quando si era adolescente.

L´amore alla vecchiaia è uno dei temi in cui, apparentemente, una grande parte delle persone che hanno rispetto per la libertà e per il diritto che ognuno ha di vivere le sue emozioni di amare ed essere amato lungo la vita. È simile al tema dell´omossessualità, del lesbismo o della diversità razziale e sociale.


La maggior parte delle persone segue con interesse, curiosità ed emozione le scennegiatture di romanzi o di film su questa tematica. Però, se qualcuno in famiglia oppure da sua conoscenza privata fa parte di situazioni annaloghe, diventa più difficile accettare il fatto. Quasi sempre per la paura o vergogna di avvicinarsi a tali aspetti della realità che richiede larghezza di visione ed efficace rispetto alla diversità. 

Questi non hanno l´idea di quanto si impoveriscono con il suo isolamento carico di pregiudizi, che li portano a rinunciare alla contemplazione di ogni persona nella sua singolarità, come dono diverso da sè, nel suo proffondo significato di scambio e di apprendistato. Loro insistono a pensare le relazioni come fossero un treno in lignea dritta e senza curve o cambiamento di carri, perchè si aggrapano a quello che a loro sembra essere la "norma", la linea reta della vita, l´unico sentiero ad essere esplorato.

É quello che può succedere quando arrivono le sensazioni d´amore nella età avanzata. Ci sono quelli che rinunciano a interessarsi a una relazione d´amore quando ultrepassono i cinquenta sessant´anni, le donne in modo speciale, como fosse possibile scartare una sensazione che s´installa e vige a qualsiasi età, in tutte le testure e collori della pelle e classi sociali, persone instruite, profissionisti e lavoratori di tutti i tipi.

L´affetto conosce solo l´indirizzo del cuore e del benessere della persona amata. E non fa differenza tra giovani e anziani, poiché in entrambi i casi gli basta la capacità di amare, dell´altruismo e dell´ascolto.

Ricordo alcuni versi, chissà di quando e nemmeno perchè. Versi che oggi possono forse parlare di quello che vorrei dire:

                                          
    
Un sussulto di perdita
O solo un sussulto?     

Ho nostalgia dello sconosciuto
Calore del finora non provato
Una voglia di ternura e di bellezza
Di uno amore che pure non c`è stato
         
Dolorosa sensazione 
Di un parto alla vita!

          





(*)  Avevo deciso di non più tradurre in italiano gli articoli di questo blog. Però, guardando il numero de persone che acessono il blog in Italia, ho deciso di ripprendere la traduzione, però chiedendo scuse dei tanti sbagli. Invito i lettori a considerare un commento fatto da una cara amica italiana: "gli sbagli possono forse servire di svago"... 


Créditos imagens:

Le tre prime fotografie - canstockphoto
Rittrato della poeta brasiliana Cora Carolina - Global Editora

Nota: As imagens publicadas neste blog - aqui creditadas - pertencem aos seus autores (inclusive aquelas dos arquivos do próprio blog). Se alguém possui os direitos de uma dessas imagans e deseja que e deseja removida deste espaço, por favor entre em contato com: vrblog@hotmail.com

Posts + Lidos

Desenho de AlternativoBrasil e-studio